martedì 24 novembre 2015

Ricordi

Ho scritto questo racconto di getto, immaginandomi al tramonto della mia vita.

RICORDI

Si sedette sul bordo del molo nuovo. Posò il bastone e passò in rassegna il contenuto della sua borsa. Un libro dalla copertina rossa tutta sgualcita. Un paio di occhiali. Un panino imbottito con mortadella e provolone affumicato. Delle gomme da masticare. Il biglietto del bus. Dopo una breve pausa, inforcò gli occhiali e iniziò a leggere, lanciando di tanto in tanto un’occhiata alla barca col pescatore che rassettava le reti. Tirava una leggera brezza che gli scompigliava i radi capelli bianchi. Il campanile della chiesa suonò nove rintocchi secchi. L’uomo prese una matita dalla tasca destra e sottolineò una frase, poi infilò il pollice nel libro e rimase in silenzio ad osservare il placido e azzurro mare. 
Quanti ricordi mi affiorano alla mente; tanti, troppi.  
Maledetta artrosi, ti fai sentire. 

#LibriNonArmi

Mi raccomando scrivete e spammate su tutti i social network #LibriNonArmi

Per capire le motivazioni guardate il mio video qua sotto.

Diffondiamo la cultura, non la guerra.

#NoAllaViolenza



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...